Al Cinema

I Magnifici 7

di Antoine Fuqua
con: Denzel Washigton, Ethan Hawke, Chris Pratt, Vincent D'Onofrio, Byung-hun Lee, Manuel Garcia Ruffo, Martin Sensmeier

Una regia granitica e briosa che segna il ritorno al grande western, ma questo Magnifici 7 non ha la potenza e l’epicità del primo e i personaggi risultano più poveri psicologicamente

Scritto da Ettore Calvello

Pubblicato il 22/09/2016

Al Cinema

Eight Days a Week

di Ron Howard
con: The Beatles

Un documentario che racconta gli anni delle tournée dei Beatles. Fresco, bello e simpatico come i suoi protagonisti, colti durante la loro ( e nostra) “età dell'innocenza”

Scritto da Elena Aguzzi

Pubblicato il 18/09/2016

Al Cinema

Neruda

di Pablo Larrain
con: Gael Garcia Bernal, Alfredo Castro, Pablo Derqui, Antonia Zegers, Luois Gnecco

L’ispettore Oscar Peluchonneau viene incaricato di prendere in custodia Neruda, ma il poeta si nasconde e l’ispettore si trova a seguirne le tracce attraverso brevi messaggi che l’uomo gli fa trovare. La regia è tra le più luminose di Pablo Larrain e Luis Gnecco è un grandissimo Neruda, poeta anche nella fuga e nel dolore

Scritto da Anna Maria Pelella

Pubblicato il 23/09/2016

“Con tutto il rispetto per gli altri, ma l'inter è la squadra più forte di Italia”. Ed è subito idolo. Introdotto a stampa e tifosi il giorno del 40esimo compleanno del fenomeno Ronaldo, coincidenza che vuol essere di buon auspicio. Aiuto, spirito di squadra, impegnarsi al massimo per entrare nella storia come ha fatto l'Inter del Triplete. E poi via con i selfie

Scritto da Redazione

Pubblicato il 23/09/2016

Reportage

Anteprime da Locarno - Parte Seconda

Il War Movie del mozambicano Licinio Azevedo dal forte messaggio antimilarista Comboio de Sal e Azucar e Le ciel attendra di Marie-Castille Mention-Schaar portano l’impegno da Locarno. Il film francese farà sicuramente clamore per la tematica affrontata

Reportage

Anteprime da Locarno

Matt Damon torna nelle vesti dell’ex agente CIA senza memoria in Jason Bourne, il francese Moka è un polar glaciale, con tumulti dell’anima come in un romanzo di Simenon, e dalla Malesia arriva il potente thriller Interchange, impreziosito da citazioni cinefile


L'Estremo Oriente del Cinema

The Wailing

Dopo due pietre miliari quali "The Chaser" e "The Yellow Sea" Na Hong-jin coglie ancora nel segno con "The Wailing", presentato a Cannes fuori concorso, un'opera che scompagina i generi con una potenza visiva raramente eguagliata nel cinema coreano contemporaneo

Al Cinema

The Witch

La "wilderness" celebrata in tanta letteratura americana diventa terra incognita nel sorprendente debutto dell'americano Robert Eggers, il quale si avventura in una minuziosa ricostruzione storica attingendo al folklore del New England


Mostre

Il Giappone di Fosco Maraini. Immagini, appunti, progetti

In occasione del 150° Anniversario delle relazioni tra Giappone e Italia,  una Mostra dedicata al famoso orientalista. L'esposizione presenta numerose e splendide fotografie che si riferiscono in particolare al Giappone degli anni '50, accostate da alcuni dei taccuini nei quali Maraini annotava i propri appunti

Ritratti

Addio, Cimino

Michael Cimino era una persona speciale. “E’ strano sentir definire la mia opera in termini di violenza perché ritengo che tutte le storie che ho scritto siano storie d’amore.” diceva. Parlando, quell’uomo piccolo e gracile s’illuminava, svelava il suo mondo insieme ad una grande umiltà, trasmetteva la sua forza di volontà. E’ dunque attraverso le sue stesse parole che vogliamo ricordarlo, e con tanta commozione.


Al Cinema

Il Drago Invisibile

Ci sono, nel profondo dei boschi, cose meravigliose e sagge, come ci sono, nel profondo di noi stessi, cose meravigliose e sagge: e occorre prendersi cura delle prime e delle seconde. Il drago invisibile si rivela quasi immediatamente un film ben diverso dal suo predecessore. C’è poesia, anche in una narrazione un po’ stereotipata per dovere d’ufficio, assieme ad una recitazione ed effetti speciali di buon livello

Al Cinema

Suicide Squad

Attesissima pellicola di ispirazione fumettistica, assembla troppi elementi per una trama dai molti buchi narrativi e poco originale. Aspettative troppo alte e spessore dei personaggi nullo. Chi non è fan resta totalmente spaesato