Si ha tempo ancora fino al 4 settembre per visitare la mostra organizzata a Roma con la collaborazione del Bunkachō presso le Scuderie del Quirinale intitolata: Capolavori della scultura buddhista giapponese: 21 opere che spaziano dal Periodo Asuka a quello Kamakura permettendo di seguire l’evoluzione della scultura buddhista

Scritto da Riccardo Rosati

Pubblicato il 31/08/2016

Dopo due pietre miliari quali "The Chaser" e "The Yellow Sea" Na Hong-jin coglie ancora nel segno con "The Wailing", presentato a Cannes fuori concorso, un'opera che scompagina i generi con una potenza visiva raramente eguagliata nel cinema coreano contemporaneo

Scritto da Nicola Picchi

Pubblicato il 31/08/2016

Al Cinema

Suicide Squad

di David Ayer
con: Will Smith, Jared Leto, Margot Robbie, Joel Kinnaman, Viola Davis, Jai Courtney, Jay Hernandez, Adewale Akinnuoye-Agbaje, Karen Fukuhara, Ike Barinholtz, Cara Delevingne

Attesissima pellicola di ispirazione fumettistica, assembla troppi elementi per una trama dai molti buchi narrativi e poco originale. Aspettative troppo alte e spessore dei personaggi nullo. Chi non è fan resta totalmente spaesato

Scritto da Francesco Cantù

Pubblicato il 31/08/2016

Il War Movie del mozambicano Licinio Azevedo dal forte messaggio antimilarista Comboio de Sal e Azucar e Le ciel attendra di Marie-Castille Mention-Schaar portano l’impegno da Locarno. Il film francese farà sicuramente clamore per la tematica affrontata

Scritto da Ettore Calvello

Pubblicato il 30/08/2016

Mostre

Capolavori dell’antica porcellana cinese dal Museo di Shanghai

Nelle sale di Palazzo Venezia una mostra sulle antiche ceramiche cinesi della collezione del Museo di Shanghai, preziose testimonianze della manifattura cinese prodotta tra il X e il XIX secolo

Reportage

Anteprime da Locarno

Matt Damon torna nelle vesti dell’ex agente CIA senza memoria in Jason Bourne, il francese Moka è un polar glaciale, con tumulti dell’anima come in un romanzo di Simenon, e dalla Malesia arriva il potente thriller Interchange, impreziosito da citazioni cinefile


Al Cinema

Il Drago Invisibile

Ci sono, nel profondo dei boschi, cose meravigliose e sagge, come ci sono, nel profondo di noi stessi, cose meravigliose e sagge: e occorre prendersi cura delle prime e delle seconde. Il drago invisibile si rivela quasi immediatamente un film ben diverso dal suo predecessore. C’è poesia, anche in una narrazione un po’ stereotipata per dovere d’ufficio, assieme ad una recitazione ed effetti speciali di buon livello

Al Cinema

The Witch

La "wilderness" celebrata in tanta letteratura americana diventa terra incognita nel sorprendente debutto dell'americano Robert Eggers, il quale si avventura in una minuziosa ricostruzione storica attingendo al folklore del New England


Ritratti

Addio, Cimino

Michael Cimino era una persona speciale. “E’ strano sentir definire la mia opera in termini di violenza perché ritengo che tutte le storie che ho scritto siano storie d’amore.” diceva. Parlando, quell’uomo piccolo e gracile s’illuminava, svelava il suo mondo insieme ad una grande umiltà, trasmetteva la sua forza di volontà. E’ dunque attraverso le sue stesse parole che vogliamo ricordarlo, e con tanta commozione.

Reportage

Anniversari di celluloide: i 35 anni de “Il cacciatore”

35 anni fa usciva “The Deer Hunter”, capolavoro non solo di Michael Cimino, ma di tutta la cinematografia americana. Ricordiamo quella pellicola


I Maestri della serie B

Bud e Terence, risate d’azione in perfetta nonchalance

Ricordiamo Bud Spencer con una lunga carrellata attraverso i suoi film in coppia con Terence Hill, film che anche dopo più di 40 anni hanno la capacità di appassionarci perché ci fanno tornare bambini. Tra fagioli, birre, salsicce, “piccioni” e ippopotami

Mostre

La Città Utopica. Dalla metropoli futurista all’EUR42

La mostra in corso a Rovereto presenta i lavori di cinque grandissimi esponenti del periodo futurista nell'ambito della progettazione: Tullio Crali, Quirino De Giorgio, Angiolo Mazzoni, Adalberto Libera e, soprattutto, Antonio Sant'Elia, la cui straordinaria, quanto impossibile, visione architettonica fa da filo conduttore della esposizione.