Il gioco dell'amore e del caso

10/02/2013

L'opera di Pierre Carlet di Chamblain de Marivaux, è una perla della drammaturgia settecentesca,  classicissima commedia degli equivoci interpretata da eccellenti attori, che appaiono a loro agio come  consumati  interpreti della tradizione teatrale: Paolo Briguglia, Francesco Montanari, Fabrizia Sacchi (questi due coppia divertentissima), Emanuele Salce, Sandro Mabellini e su tutti Antonia Liskova, di nascita slovacca e con un sorprendente inizio di attrice di teatro dopo un passato da modella.

La messinscena si giova dei costumi ad opera del premio Oscar Gabriella Pescucci: questi si allontanano dal '700 per ricreare uno stile moderno e “confuso”, addirittura “sbagliato”, come dichiara la stessa artista, creando degli abiti ironici e bizzarri. La scenografia è a cura di Giacomo Costa, artista visivo, che ha creato un meraviglioso sfondo teatrale utilizzando un immagine del giardino di Boboli, generando cambi di colore e di atmosfere, utilizzando il mezzo tecnologico, ma con un risultato fortemente classico.
Uno spettacolo che merita davvero d'essere visto.

Patrizia Fiandanese