Grease visto al Teatro della Luna

03/04/2015

18 anni di Grease e ora è un grande classico del musical, che il pubblico di casa nostra continua a vedere e rivedere in tutte le versioni. La nuova edizione proposta dalla Compagnia della Rancia al Teatro della Luna si avvale di un cast giovane, molto ritmo, tanto colore e sul muro che spesso si vede inserito nella scenografia propone la foto di James Dean perché non vi siano dubbi: siamo nel 1958. Tutto ci parla di quell'epoca: si porta il giradischi, ci si sballa (o peggio) con l'aspirina nella coca-cola, le ragazze hanno le gonne a ruota molto colorate, il nero è presente solo nei chiodi in pelle dei ragazzi e tutti fumano (chi non lo fa è "fuori"). Ma i sentimenti sono sempre gli stessi e le ragazze vogliono apparire più grandi: «Goodbye Sandra Dee» dice Sandy (Beatrice Baldaccini), quando da ragazzina acqua e sapone decide di trasformarsi in piccola vamp. Il significato dell'espressione forse sfugge a molti, perché Sandra Dee era un'attrice di quell'epoca, biondina acqua e sapone, molto per bene, sogno di tutte le mamme di allora. Americane però, perché la storia raccontata con questo musical è molto americana, ambientata in un college, con le ragazze parte di una confraternita. Questo non ha impedito però negli anni a Grease di diventare un grande successo anche in Italia nella versione teatrale, dopo essere stato un successo cinematografico con John Travolta e Olivia Newton-John. Primo musical con lunga tenitura, partito il 4 marzo 1997 al Teatro Nuovo di Milano, stette in scena per vari mesi, superando ogni previsione. Allora poté contare su un cast stellare, a cominciare da Lorella Cuccarini e Giampiero Ingrassia. Negli anni è stato periodicamente riproposto e il pubblico (oltre 1.500.000 spettatori in più di 1500 repliche in tutte le regioni, isole comprese) lo ha seguito sempre con particolare affetto e continuando ad applaudire ogni nuova edizione. Quella proposta in questi mesi, fino a pochi giorni dopo l'inizio dell'Expo, può contare su un cast dalla grande energia che sa trasmettere allegria, molto colore, qualche momento di ironia. E qualche ammiccamento al pubblico davanti a motivi di ingenuità. Ma la storia d’amore a ritmo di rock’n’roll supera ogni barriera temporale. Le canzoni tradotte in italiano - e anche questo non succede sempre con i musical di origine americana - sono state riviste e risultano valorizzate dalle belle voci degli interpreti. Il pubblico da parte sua segue con piacere, batte le mani a tempo davanti a musiche molto orecchiabili e molto conosciute ed è un piacere sentire il motivo più amato di Grease più volte accennato, soprattutto nella prima parte. Il finale è un susseguirsi di motivi, canzoni, ritmo, che ancor più consacra Grease come musical molto amato e successo irripetibile anche per il pubblico italiano.

Grease il musical
di Jim Jacobs e Warren Casey canzoni aggiunte B. Gibb, J. Farrar, L. St. Luis, S. Simon, S. Bradford, A. Lewis adattamento Saverio Marconi
traduzione e liriche italiane Franco Travaglio e Michele Renzullo
con Giuseppe Verzicco (Danny), Beatrice Baldaccini (Sandy) con la partecipazione di Floriana Monici (Rizzo) e con Gianluca Sticotti (Kenickie)
Regia: Saverio Marconi
Produttore Esecutivo: Michele Renzullo
A Milano-Assago al Teatro della Luna dal 28 marzo al 3 maggio 2015

Foto di Valeria Prina e Gaetano Cessati

Valeria Prina