Vedremo al Teatro Carcano

23/06/2009

Grande prosa, ma non solo per la prossima edizione del Teatro Carcano. Ci sarà infatti la danza con Il lago dei cigni, Coppelia, Red Passion con Luciana Savignano e ci sarà un musical come My fair lady con la Compagnia Corrado Abbati.
La stagione comincia il 7 ottobre con Molto rumore per nulla che ha tra gli interpreti Lorenzo Lavia, diretto dal padre Gabriele. Seguirà Mistero buffo di Dario Fo. Altri classici saranno La locandiera di Goldoni (dal 18 febbraio); La professione della signora Warren di George Bernard Shaw con Patrizia Milani e Carlo Simoni diretti da Marco Bernardi (dal 28 ottobre); di Pirandello Il giuoco delle parti con Geppy Geijeses, Marianella Bargilli, Luciano Virgilio (dal 13 gennaio) e Sei personaggi in cerca d’autore con Giulio Bosetti, Antonio Salines (dal 13 aprile). La stessa Compagnia del Teatro Carcano sarà impegnata nella nuova produzione L’attore di Mario Soldati (dall11 novembre). Dal 9 dicembre è in cartellone Platonov, opera giovanile di Cechov con Alessandro  Haber. Lella Costa sarà in scena con Ragazze (dal 27 gennaio). Ironica sul ‘700 è La commedia di Candido con Ottavia Piccolo (dal 10 marzo). A chiudere la stagione dal 28 aprile sarà I casi sono due di Armando Curcio con Carlo Giuffrè, anche regista.
Prosegue, dopo il successo della scorsa stagione – quest’anno anche alle 20.30 -, progettato da Maria Eugenia d’Aquino, il TeatroinMatematica con Pacta, la compagnia che nel frattempo ha trovato una sua sede. Decisa a sconfiggere la repulsione verso il mondo della matematica presenterà I numeri primi e la crittografia, L’irrazionale leggerezza dei numeri, che parte da un giallo; Parallelismi: geometrie euclidee e non; Il caso probabilmente: la partita a dadi, definito un fumetto noir sul calcolo delle probabilità, che chiude il ciclo il 18 e 19 gennaio.

Valeria Prina