L' Appartamento

15/01/2010

Sono passati 50 anni, ma la storia e i temi affrontati sono ancora attuali. Protagonista è C.C. Baxter, un impiegato scapolo, che presta il proprio appartamento a un amico perché possa incontrare la sua ragazza, ma poi, grazie al passaparola, l’appartamento diventa luogo di incontri per i superiori e il nostro C.C. Baxter fa carriera, finchè non scopre che la ragazza portata in quell’appartamento dal megadirettore è Fran, proprio quella di cui lui è innamorato. Il film di Billy Wilder, portato sul palcoscenico, ripropone dei classici dilemmi: conta più la carriera o l’amore? Per la carriera si è disposti a farsi calpestare e a rinunciare all’amore? E di amore e di tutti i suoi disastri si parla molto, cogliendone i vari aspetti.

 

 

A interpretare i ruoli principali sono Massimo Dapporto e Benedicta Boccoli, che, per l’occasione, ha la frangetta e, nel ruolo del dottore, Riccardo Peroni, qui vedovo. La regia è di Patrick Rossi Gastaldi che ha conservato il tono brillante, con vari momenti divertenti, ma anche un retrogusto amaro accentuato rispetto al film.  Le immagini hanno preso colore – il film era in bianco e nero – e le diverse ambientazioni sono risolte, senza mai andare al buio, con un girevole, che propone le differenti ambientazioni: l’appartamento, l’ufficio, il ristorante cinese, l’ascensore. Gli attori ben sanno incarnare i diversi momenti della storia, con Massimo Dapporto che, cambiando l’intonazione, sa raccontare l’evoluzione del suo personaggio, compreso il momento del raffreddore, un aspetto nella storia tutt’altro che insignificante. Benedicta Boccoli sa essere una innamorata delusa e, anzi, calpestata. Riccardo Peroni è il medico ironico, vicino di casa e provvidenziale. E, su tutto, tante occasioni di riflessione su aspetti differenti della vita. Fino all’happy end finale. Ma è davvero happy per entrambi i protagonisti?

"L'Appartamento" di Billy Wilder e I. A. L. Diamond con Massimo Dapporto  e Benedicta Boccoli, Rossana Bonafede, Riccardo Peroni, Carlo Ragone, Riccardo Maria Tarci. Adattamento di Edoardo Erba e Massimo Dapporto. Regia di Patrick Rossi Gastaldi. Al Teatro Manzoni a Milano dal 5 al 31 gennaio e poi in tournèe, tra l’altro, a Seregno, Torino, Forlì, Ravenna, Livorno, Trieste, Carpi, Bergamo, per chiudere il 20 aprile a Busseto

Valeria Prina