I tacchi di Giada

06/05/2010

Non solo canzoni. Il concerto con cui Viola Valentino ha conquistato il pubblico al Teatro Libero di Milano tocca varie corde, dall’allegria all’impegno sociale. Con le canzoni riesce a coinvolgere il pubblico ed entusiasmarlo, ma alternati a questi ci sono dei momenti drammatici, con cui riesce a sconvolgere il pubblico. Angelica, l’attrice che si alterna in scena con lei, prima porta dei brani da un suo spettacolo, un monologo sulla violenza in famiglia, che parla di botte, pugni, ma anche della paura di denunciarlo. Ma gli altri tre brani che intervallano il concerto sono ancora più sconvolgenti: è la violenza che distrugge una vita per sempre. Perché la violenza è in strada. Stupro. E su una ragazzina che era felice di sentirsi bella sui suoi tacchi. I tacchi di Giada è il titolo del romanzo da cui sono tratti i brani, una storia vera. Ed è anche il titolo dell’ultimo disco di Viola Valentino, che denuncia appunto la violenza sulle donne.
Ma la vita è fatta di momenti brutti (per fortuna non sempre così brutti) e di altri belli e il concerto si conclude con il bis del successo più famoso di Viola, Comprami.

Valeria Prina