Precious

29/11/2010

Lo scorso 25 novembre, il regista Lee Daniels e Domenico Procacci hanno presentato a Roma, presso l’Hotel Bernini, Precious tratto dall’omonimo romanzo di Shappire.
Vincitore di numerosi premi internazionali, Precious è la storia (e il nome) di una ragazza (Gabourey Sidibe) di sedici anni vittima di violenze famigliari sia da parte della madre che del padre, dal quale -per la seconda volta- aspetta un figlio. La ragazza viene trasferita in una scuola alternativa dove segue un corso di alfabetizzazione; con l’aiuto di Ms Rain (Paula Patton), Precious riesce ad uscire dall’oscurità e dal dolore che hanno da sempre caratterizzato la sua vita.
L’idea del film nasce, come spiega lo stesso Lee Daniels (regista e produttore), dal libro letto circa quindici anni prima e dalle esperienze personali di cui lo stesso regista è stato vittima e spettatore da bambino. Il film è stato infatti per lui un modo intenso e profondo per riconciliarsi con il passato, un modo per affrontarlo.
Per quanto riguarda la scelta del cast, Daniels racconta di aver subito scartato le attrici di Hollywood per il ruolo di Precious, di aver cercato per le strade, alle fermate dell’autobus, di aver visto circa quattrocento ragazze, di essersi concentrato su dieci di loro, ma di aver poi scelto Gabourey Sidibe, una ragazza comune ma ricca di sfumature emotive e autenticità. Altrettanto difficile è stato trovare l’attrice giusta per il ruolo di Mary -la madre di Precious- una donna dura e cattiva per il quale il regista ha fatto una scelta particolare con Mo’nique, un’attrice comica in un ruolo drammatico. Mariah Carey e Lenny Kravitz sono invece amici del regista che hanno creduto in lui e che hanno voluto mettersi alla prova in qualcosa di nuovo ed importante.
Certamente Lee Daniels, avendo realizzato sempre film indipendenti, non ha mai dovuto rispondere a nessuno ed anche in questo caso ha potuto girare il film nel modo in cui ha preferito, circondandosi di persone che avevano fiducia in lui e nel suo lavoro.
Tra i vari progetti futuri ci sono la realizzazione di un film che racconta la storia di un uomo che è stato maggiordomo alla Casa Bianca di cinque diversi presidenti e un musical prodotto da De Laurentis, ispirato a Le notti di Cabiria. Daniels racconta di aver sempre amato il cinema italiano (oltre a quello spagnolo e francese); non è un caso infatti che durante il film si veda una scena tratta da La ciociara, una sorta di contrapposizione del rapporto della Loren con la figlia e di Precious con sua madre.
Precious è una pellicola intensa e reale, diretta ed interpretata molto bene. “Un film che aiuta” -come sostiene il regista- perché nel mondo ci sono molte persone costrette a vivere nella violenza e poche che si impegnano a raccontarlo. Un film per un pubblico intelligente che ha voglia di vedere e di conoscere la realtà.

(Foto di Silvia Preziosi)

Silvia Preziosi