Rango, il primo camaleonte che ama farsi notare

12/03/2011

Il genere western è tornato alla ribalta, ma questa volta il protagonista della storia appartiene ad una razza completamente nuova: Rango (Johnny Depp) è un piccolo camaleonte che -dopo essere stato per anni un animale domestico chiuso dentro un terrario in vetro-  si ritrova nel deserto del Mojave ad affrontare un viaggio epico per salvare la città di Polvere. Rango però deve dapprima integrarsi tra la gente della cittadina: una tartaruga sindaco, un rinnegato serpente a sonagli, dei cani ruba banche, una lucertola femmina. Così, involontariamente, Rango viene nominato sceriffo della cittadina, rappresentando l’ultima speranza per la gente di Polvere di far tornare l’idratazione.

Rango è il primo film d’animazione diretto da  Gore Verbinski (regista della saga “Il pirata dei Caraibi”), che per realizzare questo film ha messo insieme una compagnia di attori (Isla Fisher, Johnny Depp, Abigail Breslin, Alfred Molina, Ray Winstone, Bill Nighty), animatori e artisti di ogni genere facendo interpretare loro gli stessi personaggi animati, restringendo così al minimo le classiche tecniche di doppiaggio dell’animazione. Come ha spiegato Verbinski durante la conferenza stampa di Roma, normalmente un attore che recita un ruolo in un film d’animazione arriva sul set e registra la sua parte in una cabina isolata. Verbinski ha voluto invece ricreare l’energia che nasce quando gli attori recitano copioni divertenti, così li ha messi tutti insieme su un palcoscenico, li ha vestiti in abiti western e li ha fatti recitare, registrando le loro voci e filmando le loro interpretazioni sulle quali poi gli animatori della ILM hanno creato i personaggi animati. Un esperimento che Verbinski ha chiamato “Emotion Capture” e che sembra sia stato apprezzato molto anche dagli stessi attori. Abigail Breslin ha infatti raccontato di essersi divertita molto sia durante i ventiquattro giorni di ripresa, sia ad interpretare un personaggio animato così particolare e “bruttino”, ma sicuramente molto simpatico.
Rango –come precisa anche Verbinski- è un film per bambini e per adulti, con numerose citazioni dei western più classici, con personaggi più o meno simpatici, o dolci. Una fiaba pulita all’interno di un film western, dove l’acqua mal distribuita è come il denaro e Rango è il nuovo eroe che deve riportare tutto alla normalità, un camaleonte con più identità che deve trovare la sua strada e che vuole essere amato dagli altri cittadini. L’accoppiata Verbinski-Depp si dimostra ancora una volta vincente, tanto che lo stesso regista ha affermato di aver costruito il personaggio di Rango esclusivamente su Johnny Depp, con il quale sta lavorando anche ad un nuovo progetto. Una rivisitazione del genere western davvero divertente e piacevole, adatta ad ogni tipo di spettatore!

(Gore Verbinski e Abigail Breslin a Roma nella foto di Silvia Preziosi)

Silvia Preziosi