CSC Lab: tre nuovi corsi nel segno dell'eccellenza

13/07/2011

L’attore Giancarlo Giannini, curatore e docente del nuovo corso che si svolgerà al Centro Sperimentale di Cinematografia – sede Lombardia, denominato “il laboratorio di recitazione” e i suoi nuovi colleghi d'insegnamento, Franco Bernini per “il laboratorio delle storie” e Pino Farinotti per “il laboratorio di critica cinematografica”, introdotti dal professor Francesco Alberoni, presidente della Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia, hanno presentato alla Terrazza Martini di Milano, i tre nuovi corsi specialistici, veri e propri laboratori di alta specializzazione e sperimentazione proposti dalla Sede Lombardia.

CSC Lab, la cui responsabilità culturale ed organizzativa è affidata alla Direzione della Scuola Nazionale di Cinema, propongono una didattica nel segno dell'unicità e dell'eccellenza, con docenti di altissimo livello , attraverso insegnamenti che sappiano incidere direttamente sulle dinamiche della rappresentazione artistica e sull'intero sistema della "macchina produttiva" cinematografica.

I Laboratori si differenziano dai corsi ordinari triennali della Scuola Nazionale di Cinema sia per la loro durata - che potrà variare da una a ventiquattro settimane - sia per la loro natura, essendo corsi a pagamento.

L’accesso ai Laboratori di CSC LAB è disciplinata da un’agile procedura d’iscrizione e da un regolamento di selezione specifico per ogni singolo Corso. Al termine dei Laboratori verrà rilasciato un attestato di frequenza.

Formazione, interdisciplinarità, sperimentazione, spazio alla creatività, a partire da basi teoriche e studi classici, acquisizione di metodo, confronto: tutto questo è Centro Sperimentale di Cinematografia, Scuola Nazionale di Cinema, Sede Lombardia.
La più importante istituzione italiana di insegnamento, ricerca e sperimentazione nel campo della cinematografia nasce nel 1935, su idea del regista Alessandro Blasetti. Tra gli allievi, nel corso degli anni, Michelangelo Antonioni, Steno, Luigi Zampa, Arnoldo Foà, Gianni Agus, Andrea Checchi, Massimo Serato, Clara Calamai, Alida Valli, Pietro Germi, Leopoldo Trieste, Dino De Laurentis, Marco Bellocchio, Liliana Cavani, Nanni Loy, Francesco Maselli, Claudia Carinale, Carla Gravina, Stefano Satta Flores, Carlo Verdone, Francesca Neri, Riccardo Scamarcio, Francesca Archibugi.
Se il problema principale, al giorno d’oggi, resta quello di trovare e scrivere storie valide, nasce proprio a questo proposito “il laboratorio delle storie”, affiancando struttura narrativa e scrittura cinematografica. Giancarlo Giannini ha quindi concluso con un’apologia del “gioco dell’attore” per stimolare la continua fantasia.

Redazione