Gli Alieni sbarcano a Locarno

08/08/2011

Da qualche giorno a Locarno si parla di un’imminente invasione aliena a dir poco non pacifica, ovviamente sotto la direzione di Olivier Père che da 2 anni guida con competenza e successo  il festival del film di Locarno riuscendo a coniugare con intelligenza il cinema d’autore con i blockbuster da Piazza Grande…Naturalmente l’imminente invasione aliena è solo uno scherzo per sottolineare che ben tre titoli in cartellone  narrano d’invasioni extraterrestri, tutte  non amichevoli e in due su tre c’è lo zampino dell’ex enfant prodige hollywoodiano Steven Spielbergh  in veste di produttore.
I film in questione sono Super 8 di J.J. Abrams, Attack the block di Joe Cornish e Cowboys vs Aliens di Jon Favreau.
Super 8 di J.J. Abrams è una specie di remake non dichiarato di E.T. di Steven Spielbergh, ma senza il suo tocco poetico e salvifico; il film di Abrams convince ma non colpisce al cuore dello spettatore come avrebbe dovuto  o voluto fare…Non racconto nulla della vicenda perché è un film da vedere, ma una cosa però vorrei dirla, si tratta di un omaggio al Tarantula di Roger Corman.

Attack the block, opera prima di Joe Cornish,  sull’integrazione razziale con un’improbabile quanto  risibile invasione aliena, ambientata in un quartiere degradato di Londra. È un’opera  prima un po’ pasticciata, ma non priva di vitalità, insomma si può dire che Joe Cornish è  rimandato...a settembre.
Cowboys vs Aliens di Jon Favreau, è estremamente interessante, impreziosito dalla coppia ricca di magnetismo e grinta, Daniel Craig ed Harrison Ford. Vi garantisco che vederli assieme in conferenza stampa è   stato emozionante; vedere a pochi passi Indiana Jones o Ian Solo di Star Wars e l’ultimo Bond, James Bond ovvero Harrison Ford e Daniel Craig, è un evento per il quale già vale la pena di essere al festival di Locarno che, invece, quest’anno ha un cartellone ricco di titoli stimolanti.

Mi ha convinto questo film di puro intrattenimento che fonde in maniera perfetta i due generi del cinema per eccellenza, il western classico  con la fantascienza stile anni ’80. Sembra un John Ford che incontra Ridley Scott di Alien. In questo film tutto funziona perfettamente, la parte western predomina al 60-70 per cento sulla fantascienza e questa parte non risulta posticcia come onestamente si prevedeva prima della proiezione stampa. Probabilmente Cowboys vs Alien non entrerà nella storia del cinema come la prima trilogia di Star Wars o Indiana Jones ma è importante perché  potrebbe far tornare in auge il western classico  che è il  genere cinematografico per eccellenza; il Cinema di John Ford, Sergio Leone e Don Siegel docet.
In sintesi Super 8 di J.J. Abrams e Cowboys vs Alien di Jon Iron Man Favreau vincono la partita, invece il seppur volonteroso Joe Cornish no, probabilmente i primi due vincono perché dietro la macchina produttiva c’è il genio di Steven Spielberg e scusate se è poco…

Ettore Calvello