Cine Fest Brasil Milano

28/06/2008

Da mercoledì 2 a domenica 6 luglio, per la prima edizione del Cine Fest Brasil-Itália 2008 sono stati selezionati 10 lungometraggi inediti, che ritraggono la cultura brasiliana attraverso differenti punti di vista e rappresentano diversi generi. L’idea è quella di mostrare agli spettatori europei tutta la varietà e la diversità del  cinema nazionale brasiliano e di rafforzare maggiormente l’interscambio fra i due Paesi. Gli spettatori potranno votare il film preferito che verrà premiato domenica sera, nella serata conclusiva della manifestazione.
I film partecipanti al Festival sono i seguenti: ‘5 frações de uma quase História’, de Guilherme Fiúza, Cristiano Abud, Cris Azzi, Thales Bahia, Lucas Gontijo e Armando Mendz; ‘Nossa vida não cabe num Opala’, de Reinaldo Pinheiro; ‘A casa do Tom’, de Ana Jobim; ‘A Via Láctea’, de Lina Chamie; ‘Alucinados’, de Roberto Santucci; L.A.P.A., de Caví Borges e Emílio Domingues; ‘Mulheres, sexo, verdade, mentiras’, de Euclydes Marinho; ‘Corpo’, de Rossana Foglia e Rubens Rewald; Falsa loura, de Carlos Reichenbach;  ‘O mundo em duas voltas’, de David Schurmann.
Film di apertura del Festival (alle ore 20.30) sarà O MUNDO EM DUAS VOLTAS (Il mondo in due giri) di David Schürmann, che narra la storia del navigatore Fernando Magellano che nel 1519 al comando delle sue caravelle intraprese una delle avventure navali più fantastiche di tutti i tempi. Effettuò il giro del mondo per la  prima volta, dimostrando in pratica che la Terra è rotonda. Nel  1997, la famiglia Schürmann, che aveva già percorso i mari nel corso di 10 anni,  si lanciò in una nuova avventura: il giro del mondo, seguendo la stessa rotta di Magellano effettuando molte scoperte strabilianti. In un unico film emozionante sono contenuti i fatti salienti di due grandi viaggi, con immagini di oltre 30 Paesi, in quattro continenti, attraverso tre oceani. Da un lato incredibili storie di battaglie, ammutinamenti, tradimenti e l’incertezza della spedizione di Magellano. Dall’altro la ricerca della famiglia Schürmann delle tracce di Magellano nei luoghi percorsi dal grande navigatore quasi 500 anni prima.
A seguire (alle ore 22.30) sarà proiettato il film O Grão (Il Grano) che narra la storia di un’anziana perpetua che, al sentire l’arrivo della morte, decide di preparare il suo caro nipote “Zeca” al momento della loro separazione, raccontandoli la storia di un re e una regina. Entrambi, molto ricchi ed influenti, hanno perso il loro unico figlio e vogliono riportalo in vita. Mentre la signora Perpetua racconta la storia, Damião e Josefa lavorano per mantenere la loro famiglia e preparare il matrimonio della loro figlia Fátima. Alla fine la storia raccontata per Perpetua e il destino della famiglia si incrociano.
Il programma del Festival, il materiale fotografico e le sinossi sono disponibili al sito internet www.cinefestbrasil.com <http://www.cinefestbrasil.com>

Redazione