Arriva il nuovo Sundance

10/01/2010

Dal 21 al 31 gennaio si terrà nello Utah (a Park City, Salt Lake City, Ogden e Sundance) l'edizione 2010 dell' ormai celeberrimo Sundance Film Festival, punto di riferimento per il cinema indipendente americano e internazionale. Fondato nel 1981 da Robert Redford, il Sundance Institute è un'organizzazione non profit nata con lo scopo di promuovere nuove storie, nel cinema e nel teatro. Internazionalmente riconosciuto per aver scoperto registi, sceneggiatori, produttori, attori,  anche grazie ai suoi laboratori creativi, annualmente tira le somme nella vetrina del Film Festival.
Quest'anno il festival propone 30 film in competizione (16 americani e 14 per la sezione “cinema del mondo”) oltre ad altri 28 per la competizione documentari, a fronte di ben 3734 domande complessive di partecipazione. Oltre a queste pellicole, si potranno vedere 70 cortometraggi, 16 premiéres (film che aderiscono allo spirito indipendente ma presentati fuori concorso), 8 nella sezione “next”, dedicata ai no-budget, 20 per la sezione “spotlight” (film novità per gli Stati Uniti, ma già proiettati altrove), 8 per gli horror di mezzanotte, e 6 per le innovazioni della sezione “new frontiers”. Una dozzina di film, inoltre, come novità, parteciperà a una sorta di tour promozionale: il 28 gennaio 12 città americane ospiteranno una pellicola del Festival.
Una curiosità tra gli autori, è la presenza di alcuni attori passati dietro al cinepresa, avvenimento che si fa sempre più frequente e ricco di belle sorprese: questa volta tocca a Mark Ruffalo, Philip Seymour-Hoffman e Diego Luna. C'è anche un italiano, nella sezione “Spotlight”: è Luca Guadagnino, che presenta “I am Love (io sono l'amore)”, girato a Milano con Tilda Swinton e Edoardo Gabriellini.
Quarto Potere avrà presente un suo inviato per recensire le novità più interessanti e seguire gli eventi.

Nella foto: James Franco in “Howl”, una delle pellicola più attese

Redazione