La Buca

25/09/2014

di Daniele Ciprý
con: Sergio Castellitto, Rocco Papaleo, Valeria Bruni Tedeschi

Il secondo film da Daniele Ciprì senza Franco Maresco è una commedia surreale ambientata in una città un po' sospesa non ben precisata, potrebbe essere in Italia come in Francia o chissà dove.
Daniele Ciprì mette in scena tre solitudini che s'incrociano per caso o per destino, Oscar è un avvocato truffaldino di mezza tacca misantropo e con un caratteraccio, che ha il volto e la mimica di un Sergio Castellitto mediamente convincente ed abbastanza divertente.
Armando è un  povero disgraziato senza arte nè parte che si è fatto 27 anni di galera per un grave reato di sangue che in realtà non ha commesso, interpretato da un Rocco Papaleo sornione e meno brillante del solito ma funzionale alla storia.
Il terzo personaggio è Carmen, un'efficace e soave Valeria Bruni Tedeschi stranamente più sorridente del solito;  una barista con l'animo sensibile  che in passato ha vissuto una breve storia d'amore con Oscar e probabilmente l'avrà in futuro con il povero Armando... E mi  fermo qui. 
Ciprì firma anche la fotografia,  nonché la sceneggiatura assieme a Massimo Gaudioso ed Alessandra Acciai.
Confesso di non aver mai amato l'estetica anzi l'anti-estetica di Cinico Tv targato Ciprì e Maresco; quest'elegia del brutto e del fastidioso ad ogni costo che in televisione poteva pure funzionare ed aver un senso provocatorio, nel cinema non può e non deve funzionare...Il cinema è soprattutto estetica cioè bellezza e,  ovviamente a giudizio sindacabile di chi scrive,  Ciprì non  dovrebbe continuare a far cinema con lo stesso stile grezzo ed anti-estetico con cui faceva la televisione...
Pertanto, ho molto apprezzato il precedente film di Ciprì  E' stato il  figlio, con  Tony Servillo, per il ritmo narrativo e la buona fotografia adeguatamente cinematografica, mentre non ho per niente apprezzato quest'opera.
Dispiace molto affermare che La Buca è un film noioso basato su una sceneggiatura senza guizzi di genialità e i tre protagonisti cercano di portare a casa il risultato ma ahimè non riuscendovi...Provaci ancora, caro Ciprì...!

Voto: 5,5

Ettore Calvello