Entourage

11/07/2015

di Doug Ellin
con: Adrian Grenier, Jeremy Piven, Kevin Connolly, Kevin Dillon, Jerry Ferrara

Dopo otto stagioni e nove anni di programmazione, Ellin fa il grande passo e dirige questo lungometraggio basato sull’omonima serie televisiva vincitrice di numerosi premi internazionali.
Citare tutti i membri del cast è quasi impossibile tante sono le apparizioni e i camei di grandi personaggi dello star system: Jessica Alba, Gary Busey, Baron Davis, Kevin Durant, Thierry Henry, Cynthia Kirchner, Liam Neeson, Ed O'Neill, David Spade, George Takei e molti altre glorie dello spettacolo e dello sport si sono prestati a questo divertente “gioco” orchestrato da Ellin.
Entourage narra le vicende di Vincent Chase (Adrian Grenier) e dei suoi storici amici collaboratori alle prese con i problemi di budget per la realizzazione di un nuovo film in cui oltre a recitare nei panni dell’interprete principale, sarà anche regista.
Travis McCredle (Haley Joel Osment) figlio di un ricco texano finanziatore del progetto, boicotta il film di Vincent, fino a estromettere parte del cast e bloccare ulteriori finanziamenti, per una questione privata nata tra i due.
Sarà come sempre il battagliero Ari Gold (Jeremy Piven) a sbloccare la situazione e a risolvere tutto.
Entourage non deluderà certo i fans della serie, le locations a cinque stelle, ci immergono in un mondo di ricchi, giovani e belli, una sorta di nuovi vitelloni che tra yacht, macchine da sogno, lussuosissime ville, e meravigliose donne oggetto, vivono le loro vite alla massima velocità possibile.
Certo, è un film dedicato quasi esclusivamente a chi ha seguito e amato la serie televisiva, un film intriso di maschilismo in cui le femmine sono relegate al ruolo di soprammobile o poco più.
Certo, è un film che mostra stili di vita quasi irraggiungibili in un contesto non sempre privo di problematiche ma è anche un film che esalta i valori di lealtà e di amicizia, una commedia brillante e divertente che su una trama poco impegnativa ma dai ritmi sostenuti, ci regala un po’ di sane risate defaticanti.

Voto: 6,5

Ugo Casiraghi Gatti