Zoolander 2

14/02/2016

di Ben Stiller
con: Ben Stiller, Owen Wilson, Penélope Cruz, Will Ferrell, Benedict Cumberbatch, Justin Bieber, Olivia Munn, Kristen Wiig, Christine Taylor, Justin Theroux, Demi Lovato, Madalina Ghenea, Lenny Kravitz, Kanye West, Kim Kardashian, Mika, Ariana Grande, Billy Z

Sono passati quindici anni dal primo Zoolander, la commedia cult ambientata nel mondo della moda e Stiller ci riprova e quasi ce la fa, Zoolander 2 non riuscirà probabilmente  a eguagliare il successo del suo predecessore ma è  senza dubbio un film gradevole e divertente.
Il cast, questa volta, oltre  ai personaggi di rito, vede la partecipazione di numerosissime star del cinema, della musica e, ovviamente, della moda.
Certo più caotico e più spettacolare del primo, Zoolander 2, soffre un po’ di quella smania che ha portato Stiller e Justin Theroux, insieme agli altri sceneggiatori, a riempire questo grande contenitore con tutto ciò che poteva stare in cento minuti di pellicola.
Numerosi sono infatti i rimandi a precedenti film, da Commando a Codice da Vinci, da Kill Bill a Il silenzio degli innocenti,  purtroppo mescolare buoni ingredienti non basta a ottenere  ottime pietanze.
Stiller e Wilson insieme a Ferrell, riescono a tenere in piedi e far funzionare il film, regalando momenti di comicità esilarante e le numerose apparizioni di personaggi iconici, inseriti nel contesto comico, ne esaltano la resa e la presa sugli spettatori.
La pellicola, interamente girata a Roma, ha anche scatenato una  polemica che ha portato Sarah Rose, un attivista del movimento lbgt a lanciare una petizione per boicottarla. Secondo la Rose, il personaggio interpretato da Benedict Cumberbatch, avrebbe leso l’immagine dei transgender.
Personalmente, penso che politicizzare una commedia puramente ludica e d’evasione, mettere del serio laddove non c’è e non deve esserci, sia quantomeno puerile, sapiens est qui tacere novit.
Zoolander 2 è un film divertente e simpatico che ha molti difetti ma anche molti pregi, uno tra questi, forse il più importante per noi, è quello di aver riportato all’attenzione del pubblico mondiale le bellezze  di una Roma più onirica che reale ma sempre splendida.
Sicuramente  questa pellicola è un grande spot per il made in Italy  e tra Cinquini limo, italian gellato, monumenti e palazzi storici, nonostante qualche stereotipo difficile da cancellare, alla fine  riusciamo sempre a fare una discreta figura.

Voto: 6,5

Ugo Casiraghi Gatti