Il primo giorno d'inverno

14/10/2008

di Mirko Locatelli
con: Mattia De Gasperis, Michela Cova

Il primo giorno d’inverno, opera prima del giovane regista milanese Mirko Locatelli, nonché sceneggiatore insieme a Giuditta Taramelli, è stato presentato nella sezione Orizzonti alla 65’ Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia con un discreto successo di critica e di pubblico. È un’opera coraggiosa che affronta argomenti urticanti quali il bullismo e il disagio esistenziale e culturale dei giovani d’oggi.
Lo stile del regista milanese è di stampo documentaristico, secondo la grande lezione del Maestro Ermanno Olmi che proprio quest’anno ha ricevuto il Leone d’oro alla Carriera dalla mani del supermolleggiato Adriano Celentano.
Il messaggio di denuncia sociale e di costume del regista Locatelli arriva forte e chiaro e questo è già un ottimo risultato per un’opera prima; ci racconta una storia di disagio giovanile piuttosto sotterraneo e per certi versi intimista, in cui la vittima man mano che la storia va avanti diventa lentamente ed inesorabilmente carnefice…Non racconto la trama del film perché l’opera di Mirko Locatelli merita senza dubbio d’essere vista e discussa, particolarmente nelle scuole, con e tra gli studenti.
Felici ai fini narrativi l’ambientazione e la fotografia che contribuiscono efficacemente alla creazione e comunicazione del disagio e della solitudine interiore dei vari personaggi.
Molto bravi i protagonisti, particolarmente la giovanissima Michela Cova, per la prima volta sullo schermo
Mi piace ricordare che Il primo giorno d’inverno è impreziosito dalla presenza in un ruolo cameo di Giuseppe Cederna.
Un film estremamente interessante e da vedere!!!

Voto: 7

Ettore Calvello