Ritratti

Scompare uno dei maestri dell'horror

È scomparso il regista Tobe Hooper. Non aprite quella porta, uno dei grandi titoli del new horror, contribuì in maniera determinante a ridefinire le coordinate del genere e Leatherface entrò tra le icone del cinema dell’orrore. Lo stile di Hooper è brutale e sanguinoso, di grande impatto emotivo

Scritto da Roberto Frini

Pubblicato il 29/08/2017

Jeanne Moreau - occhi grandi, voce suadente

Una declinazione della femme fatale in chiave europea. Una donna per cui uccidere o morire proprio perché di un fascino del tutto indipendente dalla bellezza. La sua voce è associata a passioni violente e agli amori che si trasformano in crimine

Scritto da Katia Ceccarelli

Pubblicato il 06/08/2017

Paolo Villaggio: i mille volti del ragioniere piu’ amato

La maschera fantozziana ha accompagnato Paolo Villaggio, incarnando il grigiore meschino della quotidianità impiegatizia e facendone un tratto distintivo del costume e dell’humour italiano

Scritto da Carlo Lock

Pubblicato il 08/07/2017

Ricordo di Paolo Villaggio

L'intelligenza dell'attore genovese appena scomparso è stata anche quella di sapersi affidare a registi e sceneggiatori capaci di cogliere ogni sfumatura dei suoi personaggi e di valorizzarne lo straordinario talento

Scritto da Roberto Frini

Pubblicato il 05/07/2017

Il Grande Jack

“Hai mai parlato coi rospi nel cuore della notte?” chiedeva in Easy Rider. Jack Nicholson compie 80 anni, ma per noi è sempre il ragazzo scapestrato delle pellicole indipendenti degli anni '60. Nonostante gli Oscar, i successi, le magnifiche interpretazioni che hanno costellato oltre mezzo secolo di una brillante carriera

Scritto da Elena Aguzzi

Pubblicato il 22/04/2017

De Curtis, a prescindere

Totò a cinquant'anni dalla morte, le celebrazioni a Napoli. Il ricordo dell'uomo e dell'artista

Scritto da Katia Ceccarelli

Pubblicato il 13/04/2017

Io lo conoscevo bene

Era un uomo lieve Ettore Scola, mancherà molto il suo modo di non prendere troppo sul serio il cinema come la vita. Il suo Cinema è una lunghissima storia dell'Italia dagli anni '50 ai giorni nostri fatta di chiaroscuri. Un ricordo nelle parole di chi lo ha conosciuto

Scritto da Ettore Calvello

Pubblicato il 24/01/2016

David Bowie, uno, nessuno, centomila

Celebriamo il trasformismo di uno dei più amati artisti del 900, David Bowie. Musicista, performer, pittore, attore ha saputo prendere spunto dai vari suoni e movimenti attorno a lui e risolverli in un pastiche geniale, di cui egli stesso era la maschera ed icona, in un continuo mutamento di immagine

Scritto da Elena Aguzzi

Pubblicato il 16/01/2016

Vai all'archivio