Viaggio al Centro dell'Autore

A spasso con Calvino: nei luoghi, oltre i luoghi fino dentro la realtà

Calvino è stato un pianista della parola, con la capacità di esplorare continenti, lingue e mentalità diverse e farle proprie, con un piede sulla terraferma e uno proteso verso il mare. Ha percorso e abitato città reali, con quello sguardo attento e astuto da marinaio, tra sorriso ironico e amaro.

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 06/10/2015

Il misterioso fascino di una donna fuori moda: Elsa Morante

Scrittrice complessa, per scelta e per istinto la Morante ha coltivato forti elementi di ambiguità. La lotta fra immaginario e reale è il tema chiave, il nodo da sciogliere. “Bisogna scrivere solo libri che cambiano il mondo” diceva

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 23/01/2015

Tutto relativo tranne il Caos

Omaggio al "figlio del Caos" a 80 anni dal Premio Nobel. Viaggio sui luoghi di Pirandello

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 16/12/2014

Sulle tracce di un siciliano europeo

Difficile dire dove inizi il Principe di Lampedusa e dove finisca quello di Salina. Il Gattopardo racconta l'umanità, i dubbi e le speranze di uomini e donne di fronte ad un mondo che cambia e ridefinisce valori, canoni e stili. La cultura europea impiantata sui rami nodosi della Sicilia.

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 28/11/2014

Roma davvero solo un fondale?

Per Moravia Roma è un misto di vitalità e decadimento, un humus letterario nel quale immergere le sue storie, i suoi personaggi, le contraddizioni di una società che si va progressivamente disgregando e corrompendo

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 13/11/2014

Pasolini tra fame di vita e archetipi di luoghi

Pasolini rende i luoghi così netti, scabri, scavati nei contorni, da giungere allo straniamento. Diventano posti che si sottraggono a qualsiasi connotazione concreta, qualsiasi realtà. Vengono inglobati e assimilati nella categoria specifica dei “luoghi pasoliniani"

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 28/10/2014

Leopardi vs Leopardi

Pisa, il Lungarno e l'appetito del “giovane favoloso”. Mentre esce il film su Leopardi iniziamo un viaggio alla scoperta dei legami tra scrittori e luoghi. E il Leopardi “pisano” si rivela diverso da quello di Recanati

Scritto da Ivano Mugnaini

Pubblicato il 08/10/2014

Vai all'archivio