Star Wars: Gli ultimi Jedi

13/12/2017

di Rian Johnson
con: Mark Hamill, Carrie Fisher, Adam Driver, Daisy Ridley, John Boyega, Oscar Isaac, Lupita Nyong'o, Andy Serkis, Domhnall Gleeson, Anthony Daniels, Gwendoline Christie, Kelly Marie Tran, Laura Dern, Benicio Del Toro


È sempre Guerre Stellari. Anche questo attesissimo ottavo episodio della saga, Star Wars: Gli Ultimi Jedi, riprende i toni incandescenti cari ai tanti fan, con inevitabili collegamenti ai tanti altri episodi, anche se gli spettatori meno fan, aiutati dalle scritte iniziali ormai abituali, riescono comunque a seguire la storia. Che però non vi racconteremo per non togliere alcun piacere o sorpresa, salvo aggiungere che al centro troviamo incontri, intersezioni, scontri tra i personaggi storici della saga e i protagonisti del precedente, Il risveglio della Forza, con il contorno di nuovi.
Star Wars: Gli Ultimi Jedi è sicuramente un prodotto dei nostri giorni, per quella eco da videogame che vi si coglie, ma anche per alcune considerazioni legate alla guerra e alle armi e per quella visione del fallimento che ha in sé grandi potenzialità di rivalsa.
E risultato dei nostri tempi - questa volta per un triste motivo - è anche per quella sottolineatura di omaggio a Carrie Fisher, che leggiamo alla fine, ben sapendo che è esclusa una sua presenza ricreata digitalmente nel prossimo episodio. Se Carrie Fisher rappresenta un atteso ritorno sono invece del tutto nuovi in questa saga Laura Dern e Benicio Del Toro. E ancora, in perfetta sintonia con i nostri tempi sono quei tanti strani animaletti che compaiono, buffi, espressivi, pronti a trasformarsi in oggetto dei desideri negli angoli di merchandising dei negozi tecnologici (e non).
Le guerre e le battaglie qui si combattono con mezzi avveniristici e strumenti di un non ipotizzabile (e auspicabile) prossimo futuro, ma anche con le ormai care spade laser, che con spirito manicheo possiamo vedere blu sinonimo di buono e rosso di cattivo. Soprattutto i primi rappresentano importanti momenti apparentati ai videogiochi di ultima generazione. All'opposto, ugualmente notevoli, sono le ambientazioni, i paesaggi pieni di rocce, che potremmo ipotizzare di trovare su Marte, ma anche distese verdi su isole come vorremmo che sempre fossero sul nostro pianeta Terra.
Ad alleggerire l'atmosfera inevitabilmente intensa concorrono poi dei momenti più ironici che portano a sincere risate. Per poi finire con gli applausi dei fan soddisfatti.

Voto: 7

Valeria Prina