I 50 anni dallo Sbarco sulla Luna festeggiati al Museo della Scienza e Tecnologia

24/07/2019

“Una meravigliosa desolazione”. Così la definì Buzz Aldrin quando, dopo Neil Armstrong, mise piede sulla Luna e gli si parò davanti lo spettacolo straordinario di quel deserto in bianco e nero.
I 50 anni dalla storica impresa dello sbarco sulla Luna sono stati festeggiati ovunque nel mondo. Documentari, celebrazioni, la rievocazione della “lunga notte” così come l’avevamo seguita dai nostri televisori traballanti. Anche il Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano ha celebrato l’anniversario dell’allunaggio intensificando le attività in calendario dall’inizio di luglio. La prestigiosa collezione Spazio e Astronomia del Museo è stata visitata attraverso un tour guidato interessantissimo per i ragazzi che hanno così potuto conoscere i retroscena di quel magico viaggio di 50 anni fa, ma ricco di curiosità anche per il pubblico degli adulti.
Pezzo più prestigioso della collezione, il frammento di Luna portato sulla Terra da Eugene Cernan, comandante di Apollo 17, l’ultimo uomo ad aver camminato sulla Luna prima che nel ’72 venisse chiuso il Progetto Apollo. E se le storiche parole di Armstrong, stampate su una parete del Museo, furono “Un piccolo passo per l’Uomo, un passo gigante per l’Umanità”, il messaggio di Cernan, stampato sulla parete opposta, fu “Ce ne andiamo così come siamo venuti e, a Dio piacendo, un giorno faremo ritorno, in pace e speranza per l’Umanità”.
Dà una forte emozione osservare così da vicino quella piccola pietra che conta quattro miliardi di anni, portata così da lontano attraverso lo Spazio.  La visita si chiude con il pannello che mostra gli sbarchi degli Apollo nelle diverse zone lunari. Ha completato la giornata l’attività Apollo 11 VR con i visori di realtà virtuale per rivivere la missione spaziale che per prima portò gli uomini sulla Luna il 20 luglio 1969 con l’emozione di pilotare il modulo di comando ed effettuare l’allunaggio, le operazioni sul suolo lunare e il rientro con l'ammaraggio nell'Oceano Pacifico.
Le attività dedicate alle missioni lunari hanno offerto un’occasione in più per visitare il Museo milanese dedicato alle scoperte scientifiche, dalle comunicazioni ai trasporti (bellissima l’aerea navale e dei trasporti ferroviari). A fine anno sarà ampliata la sezione dedicata a Leonardo Da Vinci per completare le celebrazioni dei 500 anni di Leonardo. E per i più curiosi, prima di lasciare il Museo, si consiglia di visitare la Mostra dedicata ad un altro anniversario: Batman compie infatti 80 anni e la Mostra esplora il rapporto del Cavaliere Oscuro con la Tecnologia e come questa ha mutato nell’arco degli anni sulle pagine dei fumetti dedicate al più tecnologico degli eroi.

Gabriella Aguzzi