Il teatro come Punto di Fuga secondo Massimo Morlando

01/11/2019

Ad un anno da Save the Date, l’Associazione I Margini torna a partecipare al concorso cinematografico A 48 Hour Film Project (ovvero come realizzare un cortometraggio in soli due giorni) con Punto di fuga, la storia di un malvivente (Bernardo Tuccillo) che, fuggendo da un boss (Renzo Imbroinise) che intende ucciderlo insieme ad alcuni suoi scagnozzi (Rocco Maria Franco, Alessandro Cammarota e Paolo Carioti), trova casuale rifugio in un piccolo teatro dove il regista (Antonio Coppola) sta assegnando le parti a diversi attori e attrici per uno spettacolo in allestimento.
Grazie all’ottimo ritmo dato dalla sapiente direzione di Massimo Morlando, il teatro finisce così per l’inserirsi nella vita reale, la quale a sua volta si fa teatro stesso in un continuo mescolarsi di verità e finzione dove diventa assai difficile – qualora non impossibile – distinguere e ancor più scindere l’una dall’altra: un idea molto pirandelliana egregiamente sviluppata con adeguata tensione (una menzione speciale la meritano al proposito pure le efficaci scene di combattimento orchestrate da Federico Diust), e non a caso il regista cita esplicitamente il grande scrittore e drammaturgo agrigentino per poi – al massimo del proprio infervoramento ispirativo – esclamare simbolicamente “Questa è arte, questo è spettacolo”, sparando un colpo in aria con la pistola rubata ai malviventi che conclude lo short in questione.
È un vero piacere rincontrare sia Coppola e Imbroinise che Marilina Marino (quest’ultima nei panni di un attrice provinata sulla scena, insieme a Dalila Forcina e Matteo Casciani), già nel nutrito cast dell’acclamato spettacolo teatrale Il Campione e il Professore dello stesso Morlando: così come commuove scorgere – in apertura dei titoli di coda – la dedica a Roberta Fiorentini (figlia di quel Fiorenzo che fu tra i massimi esponenti della più autentica romanità), la recentemente scomparsa madre dell’aiuto regista Martino; i due avevano infatti partecipato pure alla realizzazione del sopra menzionato Save the Date.
Ai componenti dei Margini vanno pertanto i più sinceri auguri di mietere nuovi prestigiosi traguardi!

Alessandro Ticozzi