Il Traditore

16/06/2019

di Marco Bellocchio
con: Pierfrancesco Favino, Maria Fernanda Candido, Fabrizio Ferracane, Fausto Russo Alesi, Luigi Lo Cascio

Nei primi anni '80 è in corso una vera e propria guerra tra i boss della mafia siciliana per il controllo sul traffico della droga. Tommaso Buscetta, conosciuto come il “Boss dei due mondi”, si rifugia in Brasile e da lontano, assiste impotente all’uccisione di due suoi figli e del fratello a Palermo; dentro se stesso sente potrebbe essere il prossimo. Arrestato ed estradato in Italia dalla polizia brasiliana, Buscetta prende una decisione che cambierà tutto per la mafia: decide di incontrare il giudice Giovanni Falcone e tradire l'eterno voto fatto a Cosa Nostra.
Marco Bellocchio dopo aver raccontato il sequestro Moro in Buongiorno Notte ed il Caso Englaro in La bella addormentata, in questo nuovo capolavoro decide di raccontare la Mafia e la Stagione delle stragi e lo fa attraverso gli occhi del primo pentito di Mafia, Tommaso Buscetta, riuscendo a realizzare un'opera potente e vibrante e confermandosi come uno dei registi italiani più importanti e controversi.
Considero Il Traditore è un capolavoro perchè indica un nuovo percorso all'interno del cinema italiano, quello di raccontare dieci anni di lotta alla Mafia senza mai cadere nel didascalismo paratelevisivo, di forte impatto spettacolare ed in maniera onirica come molto cinema bellocchiano..
Come quasi tutti i film di Bellocchio anche questo è un'opera con forti ed incisive prove attoriali che dovrebbero essere studiate molto attentamente nelle scuole di teatro, mi riferisco in particolare ai tre protagonisti, Pier Francesco Favino, Luigi Lo Cascio e Fabrizio Ferracane i quali interpretano impeccabilmente e con un'ironia sotterranea - che è un'altra peculiarità del cinema del regista piacentino - Tommaso Buscetta, Totuccio Contorno e Pippo Calò.
Da applausi a scena aperta le sequenze in cui Buscetta si confronta con Pippo Calò nell'aula bunker durante il maxi-processo e la deposizione dell'altro grande pentito, Totuccio Contorno.
Film importante, esteticamente bello, emozionante ed a tratti anche molto divertente. Da vedere e rivedere.

Voto: 8

Ettore Calvello