Le Sorelle Macaluso

07/10/2020

di Emma Dante
con: Alissa Maria Orlando, Laura Giordani, Rosalba Bologna, Susanna Piraino, Serena Barone, Donatella Finocchiaro

LE SORELLE MACALUSO, opera seconda della regista ed attrice Emma Dante, è stata selezionata in concorso a Venezia 77 riscuotendo apprezzamento di critica e pubblico come in fondo anche per il suo precedente lavoro cinematografico Via Castellana Bandiera, anch’esso in concorso a Venezia qualche anno fa e premiato con la Coppa Volpi per la straordinaria interpretazione di Elena Cotta, una delle protagoniste del film.
Anche per questo lavoro la regista trae spunto da un suo acclamato lavoro teatrale tutto al femminile come il precedente.
Con Le sorelle Macaluso ci racconta la tormentata  esistenza di 5 sorelle legate da un profondo sentimento d’affetto anche se non privo di momenti d’estrema tensione; ma come mia abitudine  non voglio rivelare molto della trama perché ritengo che un film vada  visto non letto ed una critica cinematografica aiuta un film quando attraverso suggestioni e curiosità riesce a trascinare un lettore al cinema.
Dico soltanto che la vita delle 5 sorelle sarà condizionata da un evento tragico durante un bellissimo giorno d’estate trascorso al mare e niente e nessuna di loro sarà più come prima.
L’opera è caratterizzata da momenti di grande cinema come la sequenza quasi mistica del volo dei piccioni che son fondamentali per l’esistenza delle sorelle o come il ballo sfrenato sulla spiaggia sulle note della straordinaria colonna sonora composta da Gianna Nannini.
Il film si sviluppa attraverso tre fasi fondamentali della vita, l’infanzia-giovinezza, l’età adulta e la vecchiaia.
Un sesto personaggio fondamentale in quest’intenso gioiello cinefilo è l’appartamento in cui abitano le  cinque sorelle, nel quale si svolge il 90 per cento della storia famigliare; l’appartamento è nido ma è anche prigione…
Con Le sorelle Macaluso Emma Dante realizza un horror vacuo tutto femminile malinconico ma al contempo vitalissimo e coloratissimo.
Su tutte le straordinarie e magnetiche interpreti vorrei citare la sempre brava Donatella Finocchiaro.

Voto: 7,5

Ettore Calvello