Martin Eden

03/10/2019

di Pietro Marcello
con: Luca Marinelli, Jessica Cressy, Vincenzo Nemolato, Marco Leonardi, Denise Sardisco, Carmen Pommella, Carlo Cecchi 

Martin Eden di Pietro Marcello, uno dei tre film italiani in concorso alla 76' Mostra d'Arte Cinematografica di Venezia, è la nuova opera del documentarista qui al suo debutto nel cinema di finzione. Pietro Marcello trasferisce sul grande schermo l'omonimo romanzo di Jack London cambiandone totalmente ambientazione.
La vicenda del Martin Eden di London è ambientato in una San Francisco di fine 800, questo di Pietro Marcello è ambientato a Napoli in un tempo storico non ben definito e probabilmente questo è uno dei problemi del film, poiché confonde lo spettatore.
Martin Eden è un marinaio senza arte né parte che, salvato il giovane rampollo di una famiglia di alto ceto da un assalto violento, viene accolto amichevolmente nella sua famiglia, innamorandosi, ricambiato, della giovane e bella sorella.
L’incontro e l’innamoramento cambiano radicalmente il giovane Martin che studia con passione riuscendo a diventare uno scrittore di successo, successo che però non gli dà felicità, si perderà in una gravissima depressione che lo porterà ad una tragica fine.
Il film parte bene, ma poi inspiegabilmente si affloscia ed è un vero peccato del pur talentuoso Pietro Marcello, eccellente documentarista.
L'idea di metter in scena il bel romanzo di formazione e di ribellione che è un classico della letteratura mondiale poteva essere interessante e suggestiva ma ahimè il risultato finale suona fiacco e tutto sommato abbastanza indigesto.
Ottima l’interpretazione di Luca Marinelli che ha conquistando con pieno merito la Coppa Volpi come miglior attore, dando vita al protagonista e riscattando un'opera claudicante e problematica a livello strutturale.

Voto: 6,5

Ettore Calvello